Il libro del mese: Una storia non soltanto bergamasca

La scorsa estate mi è accaduto di parlare con alcuni esponenti della Famiglia Rota. Mi sono persuaso che non si può leggere il bel libro “Attilio e Gino Rota” del prof. Ivano Sonzogni, storico e docente senza considerare quanto fossero difficili ma coinvolgenti la politica, l’economia e le istituzioni negli anni dello sviluppo che vanno dal 1856 al 1963 a cavallo tra due secoli. Leggi »

Meno Stato più società

Meno spesa pubblica, meno tasse, meno pubblico più privato. Le prospettive del Paese dipendono, forse troppo, da uno Stato che insiste a voler fare, come il Principe, troppe cose, invece di concentrarsi sulle proprie priorità.

 
Leggi »

Non ho l'età

Il Gruppo ALDAI Valorizzazione Dei Senior (VDS) ha invitato gli autori Giangiacomo Schiavi, editorialista del Corriere della Sera, e Carlo Vergani, Professore di Medicina Interna-Geriatria, a presentare il loro libro: “Non ho l’età”. Leggi »

Storie di cibo nelle terre dell'EXPO

Tra i tanti lasciti di Expo e della Carta di Milano, vi è quello di una Milano che ha saputo mettere il mondo a tavola attraverso sapori e saperi di 145 Paesi, stimolando centinaia di incontri favoriti dal fatto inequivocabile che la nostra cucina è portatrice di cultura. Leggi »

L’inganno generazionale

Il falso mito del conflitto per il lavoro è messo in discussione delle autrici. L'analisi oggettiva e d'attualità stimola nuovi punti di vista per trovare soluzioni innovative e riprendere la via dello sviluppo smarrita negli ultimi 10 anni.

 
Leggi »

Le stelle nella stanza

Bruno Longanesi coglie l’essenza dei ricordi e li trasforma in argomenti di indagine personale. Non è dato di capire quanta verità sia nei suoi racconti e quanto, dopo l’incipit iniziale del ricordo, sia il tutto irrorato di fantasia. Questo non è dato da vedere e non è importante sapere. Riesce sempre a farci entrare in un percorso dove la nostra mente segue il suo cuore e le sua umanità. Leggi »

La gioia del riordino in cucina

Un nuovo libro della scrittrice e critica gastronomica del Corriere della Sera Roberta Schira. Diversi sono i buoni motivi per accendere i riflettori su questo nuovo libro della giornalista e saggista che sembra ripercorrere in chiave moderna la straordinaria ordinarietà dell’indimenticabile Petronilla, al secolo Amalia Moretti Foggia, accompagnando il lettore alla riscoperta della cucina come uno dei luoghi più importanti della casa. Leggi »

Magnificat per solisti e coro

Parlare di una generazione tutta milanese che ha condiviso impegno, speranze, illusioni per un cambiamento epocale, con il privilegio di aver vissuto in prima persona la trama multiforme di un tappeto che immaginava straordinario, vuol dire anche interrogarsi più in generale sull’incanto del nuovo culturale, politico, sociale dell’immediato dopoguerra e le riflessioni, soprattutto critiche, che ne sono seguite. Leggi »

Il futuro che (non) c’è

Mercoledì 19 ottobre 2016 Alessandro Rosina ha partecipato all’incontro del Gruppo ALDAI Progetto Innovazione condividendo le prospettive demografiche e stimolando le riflessioni sulle implicazioni derivanti della combinazione di longevità e riduzione delle nascite, che minacciano la sostenibilità del sistema economico e di welfare italiano. Leggi »

Opere,Works

“Opere,Works” in libreria da poche settimane, realizzato per immagini, accompagna il lettore con un ritmo teatrale, trasportato dalla curiosità, a scoprire il complesso paradigma tra arte e cucina. Leggi »

Al passo delle cicogne bianche

Cosa nasconde un’antica icona raffigurante un cavaliere su un cavallo nero che sfida un drago? Dalle persecuzioni iconoclaste medievali ai nostri giorni, dalla Grecia all’Italia, passando per Parigi e l’Argentina, il narratore svelerà il mistero. Leggi »

Salva i nostri figli

La letteratura che parla di guerra è generalmente interessata ai fatti importanti, battaglie, vittorie e sconfitte, ma difficilmente tratta delle popolazioni che, ad iniziare dalla Seconda Guerra Mondiale, soffrono anche più dello stare al fronte. Leggi »

AFRICA BIANCA

Raggiunto il Capo di Buona Speranza nel febbraio 1487, tre navi portoghesi comandate da Bartholomeu Dias gettarono l’ancora nella Baia della Tavola, dove oggi sorge Città del Capo. Leggi »
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in formato pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013