Recensione del libro "L'ultimo nemico"

È difficile catalogare un libro come “L’ultimo nemico” con i criteri normalmente in uso.

A cura del GdL Cultura

Potrebbe essere definito un “thriller”, come sembra indicare il nome della casa editrice, ma preferisco considerarlo un romanzo dai molteplici aspetti, con veri contenuti, con luoghi e personaggi che danno indicazione di conoscenza perfetta di situazioni vissute. Detto ciò, esso fornisce un'indicazione veritiera delle caratteristiche e delle capacità che la scienza fornisce agli uomini e della necessità che essi ne colgano vera essenza. Il tutto parte, infatti, da una scoperta di un farmaco (il Telomerax) contro l’invecchiamento che alla fine si scopre adatto a portare all’immortalità. Il controllo dell’invecchiamento che lasci una momentanea continua giovinezza, è certo un aspetto condiviso da molti, l’immortalità è un sogno considerato impossibile. Se reso possibile può provocare invidia, tensione e rivalità. Proprio per questo il farmaco, ben controllato nei suoi effetti dallo scopritore, provoca molti scompensi in chi ne utilizza imitazioni. È comunque un evidente business che molti Paesi desiderano acquisire.
Il tutto si trasforma velocemente in un business globale e il prodotto, cambiando radicalmente la visione della vita umana nel mondo, provoca distruzione di vecchie economie e nascita di nuove. Dissidi che fanno nascere guerre mondiali dalle quali nessuno può essere esente, con l'eliminazione di vecchi Paesi e la nascita di nuovi, con la tendenza a distruggere la Terra e tutto ciò che la circonda.  L’uomo riuscirà a sopravvivere in un mondo dominato dall’Intelligenza artificiale e dai suoi prodotti?
“L’ultimo nemico” è forse l’uomo stesso, con i suoi poteri e i suoi desideri? La scienza potrà vivere e far vivere senza pericoli collaterali sconosciuti? E potrà essere completamente libera o dovrà essere soggetta a regole universali che ne determinino lo sviluppo? Tutte queste domande si porrà chi leggerà il libro e potrà darsi risposte.


L'incontro si terrà in ALDAI
sala Viscontea Sergio Zeme - via Larga 31 – Milano

Martedì 30 ottobre 2018 alle ore 17.30

Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in formato pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013