Il manager, il futuro e la speranza

Manager e società del futuro. Un percorso che non è solo di competenza, ma è fondamentalmente di cultura e di sensibilizzazione verso un nuovo ruolo in una società che è ormai dietro l’angolo. Diciamo che dal cambiamento del manager dipende in gran parte il futuro della società tutta e diciamo che solo lui può garantire la diffusione e il mantenimento di nuovi valori a vantaggio della comunità. Leggi »

Inaffidabilità e manutenzione

Un argomento che abbiamo già trattato in precedenti articoli e che purtroppo dobbiamo riprendere è il concetto di affidabilità di sistemi essenziali per un Paese come il nostro, che produce tra l’altro sistemi e componenti all'avanguardia che cerchiamo faticosamente di esportare. Leggi »

Una proposta utopica

L’Italia è la culla del diritto. Forse è questa nostra tradizione che ci porta ad avere 157.000 leggi contro le sole 3.000 dell’Inghilterra, come letto recentemente su queste pagine. Naturalmente ne consegue che nella sola Lombardia ci siano tanti avvocati quanto l’intera Francia. Anche l’attività legislativa del Parlamento produce a pieno ritmo, nell'ultima legislatura: 377 leggi le ha approvate il Parlamento, 47 le Commissioni e 77 sono opere incompiute a metà tra i due rami. Leggi »

Inaccettabile disinformazione

La leggerezza dello scrivere è testimoniata dai recenti
articoli ideologici di Corriere, Fatto Quotidiano e L’espresso; un’autentica persecuzione mediatica riservata agli onesti che pagano tasse e contributi. Leggi »

L’affidabilità

L’ennesimo scivolone del candidato del Movimento 5 Stelle Luigi di Maio, fa riflettere sul concetto di affidabilità. Come può essere affidabile un Paese con rappresentanti di dubbia affidabilità ? Leggi »

Menzogne ideologiche

L’articolo “Prefetti, piloti e manager: i pensionati che resistono ai tagli previdenziali” pubblicato oggi da La Repubblica umilia la meritocrazia, alimenta l’invidia sociale e sostiene la persecuzione mediatica nei confronti della categoria sociale protagonista dello sviluppo del Paese.

 
Leggi »

Etica 2012 - Etica 2017

Un primario che timbra il cartellino (in entrata, non in uscita) e va a giocare a tennis. Un altro, primario di oncologia, che lucra, insieme con la moglie, sulle apparecchiature destinate ai malati. Uno studente universitario (è dal mattino che si vede un buon giorno) che, falsificando il suo libretto, manda un suo amico a fare uno scritto e porta a casa un 25. Leggi »

Le pensioni da lavoro non hanno niente a che vedere con i vitalizi

Sarebbe ora che politici, intrattenitori televisivi, commentatori e giornalisti smettessero di fare di tutt’erba un fascio accomunando ai vitalizi dei politici le pensioni di chi se le è sudate versando onerosi contributi. Per dare prospettive al Paese bisogna ripartire dall’onestà intellettuale, respingendo il populismo a scopo elettorale.

 
Leggi »

La crescita e la flessibilità

Il tema che da qualche anno agita l’agone politico nazionale, nonché le varie sedute, meeting, tavole più o meno rotonde, consessi comunitari, esperti economici, media ecc. ecc. è la ricerca di combattere la crisi e la stagnazione attraverso la crescita economica. Leggi »

Brexit… e poi?

La colpa è sempre di qualcun altro… tutte le grandi firme del giornalismo italiano si sono esercitate in commenti più o meno condivisibili sull’uscita della Gran Bretagna dall'Europa; così hanno fatto e così stanno facendo ancora anche gli esperti economici e finanziari, ciascuno dei quali formula previsioni spesso catastrofiche, raramente ottimistiche. Leggi »
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in formato pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013