Formazione sul Mercato Finanziario

Dario Viganò, referente del Ns. Servizio Finanziario che mettiamo a disposizione dei Soci, questo mese affronta il tema: “Pianificazione Successoria”

Perché è importante la pianificazione successoria?

Il modello di famiglia tradizionale sta diventando ormai sempre meno presente nella realtà italiana, forme di convivenza sono ormai all’ordine del giorno.
Convivenze tra separati/divorziati, famiglie monogenitoriali, famiglie monoreditto sono tutte forme familiari che necessitano di particolare cura.

Perché non posso lasciare la mia eredità al mio/a compagno/a ?
Cosa devo fare per garantire alla mia famiglia un degno sostentamento in caso di mia scomparsa?

Per molte cose ci ha pensato direttamente il legislatore per molte altre dobbiamo pensarci noi.
Le normative vigenti non sono certamente adeguate a coprire tutte le situazioni, men che meno quelle nuove che si stanno avverando.
Le leggi esistenti, datate e con obiettivi oggi solo parzialmente attuali, non aiutano a determinare anticipatamente cosa fare e quali azioni intraprendere in ordine alla pianificazione successoria.

Basta pensare alla convivenza, a maggior ragione se con la presenza di figli della stessa coppia o avuti da precedenti unioni, alle separazioni e divorzi, alla protezione per i figli con disabilità, alla trasmissione di aziende, alla necessità/volontà di beneficiare “qualcuno” della famiglia o terzo in modo superiore agli altri aventi diritto, il tutto nel pieno rispetto delle leggi vigenti. 

Dario Viganò

Dario Viganò Referente per il Servizio Finanziario

Quindi pianificare in anticipo, e… non si è mai abbastanza in anticipo! 

Spiacevoli sorprese possono sempre succedere e creare contenziosi legali che possono bloccare attività industriali, patrimoni immobiliari e finanziari e produrre spese che possono erodere i patrimoni da trasmettere.

Un primo suggerimento potrebbe essere di pensare esattamente a chi trasmettere che cosa, soprattutto per i beni indivisibili (la casa al mare, in montagna, il terreno, l’azienda, la prima casa alla moglie/marito...) poi preparare un testamento per decidere legittimamente chi godrà la quota disponibile.

Per compensare le eventuali differenze di valore esistono adeguati strumenti finanziari.

Pensate ai conviventi con figli: come tutelare e proteggere la compagna/compagno? Proprio in considerazione che ex lege solo i figli sono tutelati ma potrebbero insinuarsi i genitori o altri parenti estromettendo la compagna/compagno.

Quindi, redigere un testamento e sottoscrivere una polizza TCM (polizza temporanea caso morte) anche incrociata certamente aiuterebbe in caso di premorienza di uno dei due.

In poche parole pianificare in tempo: 

1. La successione della famiglia legittima con e senza figli

2. La successione della famiglia di fatto con figli

3. Il passaggio generazionale in azienda

significa poter decidere in tranquillità e lucidità quali mezzi utilizzare per il raggiungimento di un “passaggio di consegne” senza spiacevoli conseguenze patrimoniali, fiscali e parenterali. 

Pianificazione successoria, come evitare spiacevoli sorprese

Nel caso di una convivenza si consiglia di mettere in atto due semplici azioni: un testamento e una polizza TCM (polizza temporanea caso morte) per garantire all’altro/a di poter rimanere nella casa degli affetti senza doverla dividere con altri eredi.

Per i separati? Anche in questo caso un testamento e una TCM sono una soluzione molto forte ma non dimentichiamo che il “vecchio” partner avrà comunque dei diritti che non possiamo ledere.
Quindi la formulazione del testamento dovrà essere tale in modo da non renderlo nullo e/o annullabile. 

Famiglie mono genitoriali o monoreddito: potrebbe non essere rilevante come trasmettere il patrimonio attuale in caso di prematura scomparsa, fondamentale è pensare ad azioni che possano garantire l’avvenire della famiglia di fronte alla scomparsa di chi produce reddito. 

È ovvio che occorre ponderare i costi e i benefici di qualsiasi azione. 

Molti ritengono che sia naturale che le cose vadano come devono andare, ovvero che la successione legittima sia la naturale conseguenza o che qualcuno penserà ai miei cari… Sono gli stessi che si rammaricano quando vedono le stesse cose capitare ad altri.

Parenti che litigano ai funerali, famiglie costrette a vendere la casa per potersi mantenere, persone che devono abbandonare il proprio tetto perché perdono i diritti di abitazione.

La provvidenza non sempre ci aiuta…. molte volte occorre anticiparla.

Le scelte che operiamo oggi per noi stessi e per i nostri figli consentiranno di guardare al futuro con consapevolezza e tranquillità.

L’avvicinarsi a strumenti di pianificazione successoria flessibili ed efficaci permette di orientare in modo semplice queste scelte attraverso la selezione di varie soluzioni in un quadro rispettoso della normativa vigente.

Como Alta, sede di Federmanager Como

Como Alta, sede di Federmanager Como

Avete dubbi? Volete approfondire?

Il Ns. referente finanziario Dario Viganò è a disposizione.

Lo Staff della sede di Como ha in programma di organizzare un evento su tale argomento,  come primo passo si verificherà il reale interesse dei Soci.