Noi dirigenti pensionati delusi da Salvini

Sergio Canavero dirigente industria con 44 anni di contributi ha scritto una lettera al Giornale che fa riflettere sulla Certezza del Diritto in Italia.

A cura della redazione 
Scrivendo al direttore Sallusti, il collega si presenta da pensionato con quarantaquattro (44) anni di regolari versamenti contributivi, ex dirigente di grandi industrie elettromeccaniche private, insomma un cittadino che ha versato qualche milione di euro di contributi, oltre naturalmente ad altrettante tasse.
L’impegno per l’eccellenza nel lavoro è riconosciuto in Italia con la gogna mediatica delle “pensioni d’oro” , piuttosto che la certezza del diritto sulla pensione.

Il collega commenta nella lettera al Giornale “Nella mia associazione di categoria, … , il malessere per quanto sta accadendo relativamente all'atteggiamento della Lega è palpabile ed in crescendo. Non una parola è giunta da Salvini in difesa dei manager, (impegnati nel manifatturiero 2° in Europa n.d.r.). Continua Canavero: “Mi auguro, ed io, nel mio piccolo mi attiverò per questo, che almeno le nostre associazioni si facciano sentire al più presto e con quanta più energia possibile. In alternativa non ci resterà che fare nostra ed inoltrare al signor Di Maio la proposta di un pensionato «argento-oro» laziale, comparsa in una rubrica del Corriere della Sera il 26 luglio, che chiede al ministro del Lavoro di soprassedere oggi al taglio delle pensioni per avere in cambio nel prossimo futuro una legge che preveda l'eliminazione fisica dei parassiti sociali al raggiungimento dei 75 anni di età (la gallina domani invece dell'uovo oggi). Così facendo il «reddito di cittadinanza» dei non-parassiti di questa nascente futura e fulgida società sarà garantito.
 
Cliccare qui per accedere all’articolo il Giornale.it  
  
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in formato pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013

I più visti

Assistenza e Previdenza: equivoco permanente

Le due voci separate e ben distinte nella costruzione costituzionale, si trovano confuse, invece, nelle disposizioni di legge, nei media, nel linguaggio comune e nei conti dell'INPS
01 giugno 2022

INPS – separazione spesa assistenza da previdenza

Un itinerario a ostacoli. Federmanager e CIDA portando avanti con convinzione le iniziative con tecnici, politici e associazioni di categoria atte a realizzare una reale separazione della spesa per pensioni da quella per assistenza nel rispetto del principio di trasparenza della gestione delle risorse pubbliche.
01 maggio 2022

Pensioni: CIDA Lombardia, separare assistenza e previdenza per trasparenza

La riconoscibilità dei due flussi di spesa in modo chiaro e condiviso garantirà un confronto corretto fra parti sociali e forze politiche, premessa indispensabile per ogni intervento che si deciderà di adottare sul fronte previdenziale
01 aprile 2022

Guerra e pace nel percorso fra due secoli

“…siano sempre più numerosi coloro che, senza far rumore, con umiltà e tenacia, si fanno giorno per giorno artigiani di pace”. Papa Francesco, 55a giornata della Pace 2022 (1° gennaio 2022)
01 giugno 2022

Webinar Federmanager sulla crisi Energetica

Mercoledì 23 marzo si è tenuto un incontro-dibattito sull'attuale crisi energetica e sulle iniziative per un futuro di sviluppo sostenibile
01 maggio 2022