Giovani meritevoli ispirati dai Maestri del Lavoro

Consegnate le borse di studio in occasione dell'evento organizzato dai Maestri del Lavoro il 20 novembre 2021 presso l'Istituto Carlo Porta di Milano

Mario Giambone

Rappresentante CIDA nella Commissione Stella al Merito dell'Ispettorato del Lavoro

Perseverare…… necesse est !

Ricorrere al latino, trattando di scuola, può essere coerente con quanto svolto anche quest’anno dai Maestri del Lavoro del Consolato di Milano. Nonostante le molteplici difficoltà per far fronte alla pandemia, che ha inciso profondamente nei comportamenti di ciascuno di noi, non si sono interrottile iniziative programmate con il mondo della scuola. 

Infatti i volenterosi “Maestri” del Gruppo Scuola, tra i quali non mancano colleghi ALDAI Federmanager, si sono impegnati a incontrare gli alunni degli Istituti Secondari di primo e secondo grado, in presenza quando possibile, ma anche ricorrendo alla didattica a distanza. Tra le molteplici iniziative che i “Maestri” abitualmente  seguono, è stata appunto dedicata ai giovani alunni.

Il costante impegno ha consentito di portare a termine il programma previsto, invitando gli alunni a produrre, individualmente, propri elaborati, che sono poi stati oggetto di valutazione da parte dell’apposita Commissione. L’obiettivo perseguito è stato quello di mettere in evidenza le condizioni necessarie per realizzare un progetto, raggiungere uno scopo, assimilare la consapevolezza che gli impegni da assumere richiedono fermezza e dedizione, non senza rischi. In sintesi, preparare i giovani ad affrontare il "dopo la scuola", quando sarà necessario sentirsi pronti a interfacciarsi con il mondi esterno. Non certamente per creare ansie o timori, ma promuovere un necessario momento di riflessione e guardarsi dentro! Infatti il “bando” proposto ai giovani ha avuto proprio questa finalità.


Il costante impegno ha consentito di portare a termine il programma previsto, invitando gli alunni a produrre individualmente propri elaborati, che sono poi stati oggetto di valutazione da parte dell’apposita Commissione. L’obiettivo perseguito è stato quello di mettere in evidenza le condizioni necessarie per realizzare un progetto, raggiungere uno scopo, assimilare la consapevolezza che gli impegni da assumere richiedono fermezza e dedizione, non senza rischi. In sintesi, preparare i giovani ad affrontare il dopo, quando sarà necessario sentirsi pronti a fronteggiare il “mondo” del dopo la scuola. Non certamente per creare ansie o timori, ma per promuovere un necessario momento di riflessione e guardarsi dentro! Infatti il “bando” proposto ai giovani ha avuto proprio questa finalità.

La cerimonia è stata introdotta da Massimo Manzoni  - Console provinciale Maestri del Lavoro - che, nel porgere un saluto agli allievi e loro famigliari, ha sottolineato l’importanza non solo dell’evento ma anche del fatto che si sia potuto svolgere in “presenza”! Evidenze confermate dal Presidente della Federazione, Elio Giovati, che ha ribadito i valori fondanti alla base della funzione svolta dai Maestri che ha richiamato nuovamente l'attenzione da parte delle istituzioni.

A presentare poi le logiche che hanno guidato il Gruppo Scuola nello sviluppo del programma annuale, si sono alternati i colleghi Giorgio Fiorini Roberto Lombardi

Borsa di studio consegnata dal segretario CIDA Lombardia Franco Del Vecchio

Borsa di studio consegnata dal segretario CIDA Lombardia Franco Del Vecchio

È poi seguita la consegna degli attestati ai 12 destinatari del “Premio”, concretizzatosi anche grazie alla partecipazione degli Sponsor sostenitori, tra i quali si è confermata anche CIDA Lombardia, presente con il segretario regionale Franco Del Vecchio, che ha inoltre “testimoniato” quanto sia efficace per i giovani seguire le proprie passioni, e come siano importanti l’impegno per conseguire i molteplici traguardi nel percorso di realizzazione personale, e la preparazione scolastica per sviluppare i propri talenti.
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in formato pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013

I più visti

Sei anni in difesa delle pensioni

A conclusione del mandato, il Presidente del Comitato Nazionale di Coordinamento dei Gruppi Pensionati ripercorre le iniziative e le emozioni del lavoro con i colleghi, per salvaguardarne i diritti e per creare migliori condizioni per i futuri pensionati
01 dicembre 2021

I bonus non riducono la povertà

Pur considerando l’epidemia Covid il benessere è indubbiamente aumentato negli ultimi 15 anni, ma l’incidenza della povertà individuale è triplicata nello stesso periodo, passando dal 3% ad oltre il 9% secondo l'ISTAT.
11 ottobre 2021

Pensioni oggi e prospettive secondo l’OCSE

Arrivano con il nuovo anno le buone notizie per i pensionati. Dal primo gennaio 2022 le pensioni saranno rivalutate all’ 1,7%. La rivalutazione prevista si applica, in via provvisoria, in base al tasso d’inflazione dell’anno precedente. Ma la cifra corretta i pensionati la vedranno con il conguaglio relativo alle mensilità dei primi mesi del 2022.
01 gennaio 2022

Buone nuove per i pensionati

Il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, annuncia la rivalutazione delle pensioni dell'1,7%, dal 1 gennaio 2022, riprendendo l'inflazione intercorsa
20 dicembre 2021

IRPEF, un conto da oltre 172 miliardi (e a pagare sono i soliti noti)

Presentato l’Osservatorio Itinerari Previdenziali dedicato all’analisi delle dichiarazioni dei redditi ai fini IRPEF: mentre si discute di come ridurre ulteriormente il carico fiscale che grava sulle loro spalle, il 78,82% degli italiani dichiara redditi fino a 29mila euro, corrispondendo solo il 28,36% di tutta l’IRPEF, un’imposta neppure sufficiente a coprire la spesa per le principali funzioni di welfare
01 dicembre 2021