Stella al Merito del Lavoro – anno 2022

Il 31 ottobre 2021 scade il termine per la presentazione delle proposte di conferimento delle Stelle al Merito del Lavoro

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha avviato la procedura per la presentazione delle proposte di candidatura per la “Stella al Merito del Lavoro” per l’anno 2022, trasmettendo la relativa informativa così come previsto dalla legge del 5 febbraio 1992, n. 143.
Le proposte avanzate per gli anni precedenti devono ritenersi decadute e quindi dovranno, eventualmente, essere rinnovate per il conferimento delle decorazioni per il 2022. 

Modalità per il conferimento onorificenza

Le proposte di candidatura per l’anno 2022, ferma restando l’osservanza dei requisiti previsti dalla suddetta Legge, possono essere avanzate dalle aziende o direttamente dai lavoratori interessati, corredate dei seguenti documenti in carta semplice:
 
  1. autocertificazione relativa alla nascita e autocertificazione relativa alla cittadinanza italiana (D.P.R. 445/2000);
  2. attestato di servizio o dei servizi prestati presso una o più aziende fino alla data della proposta o del pensionamento indicando l’attuale o l’ultima sede di lavoro;
  3. attestato di perizia, laboriosità e condotta morale in azienda;
  4. curriculum vitae;
  5. dichiarazione di presa visione delle informazioni rese dall’INL in materia di trattamento dei dati, ai sensi e per gli effetti del GDPR (n. 2016/679) pubblicate sul sito dell'Ispettorato
  6. fotocopia della carta di identità o di documento equivalente e del codice fiscale;
  7. fotocopia del libretto di lavoro e/o estratto contributivo INPS;
 
Le attestazioni di cui ai punti 2) e 3) ed eventualmente il curriculum vitae di cui al punto 4) possono essere anche contenuti in un unico documento rilasciato dall’azienda presso cui il lavoratore presta servizio. Se il candidato ha lavorato presso più aziende, è opportuno allegare gli attestati dei servizi precedenti.
 
Sono richieste inoltre le seguenti informazioni:
 
  •  residenza, ovvero il domicilio abituale, con indicazione del codice di avviamento postale;
  • indirizzo di posta elettronica;
  • recapito telefonico fisso e/o mobile. 

Presentazione della documentazione

La documentazione in originale deve essere presentata entro il 31 ottobre 2021 agli Ispettorati Interregionali del Lavoro competenti per territorio che svolgono l’istruttoria. Per la Lombardia le proposte dovranno essere trasmesse all’Ispettorato Interregionale del Lavoro, Ufficio Onorificenze, con sede in via Mauro Macchi 7, 20124 Milano. Il criterio da adottare per stabilire la competenza territoriale è quello di “dimora abituale” dell’aspirante all’atto di presentazione della proposta.
 
Per ogni eventuale informazione, il candidato potrà rivolgersi direttamente alle strutture competenti, contatti: tel. 02.667.973 – e-mail: IIL.milano@ispettorato.gov.it  – posta certificata: IIL.milano@pec.ispettorato.gov.it 
 
Una copia della documentazione dovrà essere inviata o consegnata ad ALDAI – Via Larga 31, 20122 Milano, indicando sulla busta – Stella al Merito del Lavoro 2022 –.
Un rappresentante CIDA sarà presente nella Commissione per l’istruttoria delle pratiche.
 
Le istruzioni sono reperibili unitamente alla relativa modulistica (fac-simile) CLICCANDO QUI 

Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in formato pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013

I più visti

I bonus non riducono la povertà

Pur considerando l’epidemia Covid il benessere è indubbiamente aumentato negli ultimi 15 anni, ma l’incidenza della povertà individuale è triplicata nello stesso periodo, passando dal 3% ad oltre il 9% secondo l'ISTAT.
26 agosto 2021

Dalla scuola al futuro lavoro

La scuola riparte e la Confederazione Italiana della Dirigenza Pubblica e Privata CIDA organizza il 30 settembre una giornata di incontri e una tavola rotonda per promuovere le iniziative, realizzate con l'impegno dei manager volontari, per favorire la preparazione dei giovani per il futuro lavoro.
30 agosto 2021

Riforma IRPEF: a che punto siamo?

La riforma fiscale deve essere l’occasione per dimostrare le reali volontà e capacità di fare dell’Italia un Paese più moderno ed efficiente e di rispettare gli impegni presi nell’ambito del PNRR. Occorre innescare una strutturale crescita dell’economia, senza la quale i redditi resteranno fermi o, addirittura, si ridurranno. Occorre restituire alla politica fiscale il ruolo di strumento destinato a sostenere il mercato, incentivando la crescita e correggendo le diseguaglianze.
27 agosto 2021

Giuseppe Sala incontra i dirigenti della metropoli milanese

Lunedì 20 settembre dalle 17 alle 18 si è tenuto in diretta streaming il primo incontro con il candidato per il rinnovo della carica di Sindaco di Milano
31 agosto 2021

Una riforma fiscale equa ed efficace

Sull’equità fiscale ci sono opinioni diverse, ma l’equità non è solo argomento d’opinione, bensì principio fondamentale di uno Stato civile, partecipativo e solidale. La riforma fiscale in elaborazione è l’opportunità per una fiscalità nel rispetto di tutti i cittadini. Realtà o chimera?
27 agosto 2021