Stella al Merito del Lavoro – anno 2022

Il 31 ottobre 2021 scade il termine per la presentazione delle proposte di conferimento delle Stelle al Merito del Lavoro

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha avviato la procedura per la presentazione delle proposte di candidatura per la “Stella al Merito del Lavoro” per l’anno 2022, trasmettendo la relativa informativa così come previsto dalla legge del 5 febbraio 1992, n. 143.
Le proposte avanzate per gli anni precedenti devono ritenersi decadute e quindi dovranno, eventualmente, essere rinnovate per il conferimento delle decorazioni per il 2022. 

Modalità per il conferimento onorificenza

Le proposte di candidatura per l’anno 2022, ferma restando l’osservanza dei requisiti previsti dalla suddetta Legge, possono essere avanzate dalle aziende o direttamente dai lavoratori interessati, corredate dei seguenti documenti in carta semplice:
 
  1. autocertificazione relativa alla nascita e autocertificazione relativa alla cittadinanza italiana (D.P.R. 445/2000);
  2. attestato di servizio o dei servizi prestati presso una o più aziende fino alla data della proposta o del pensionamento indicando l’attuale o l’ultima sede di lavoro;
  3. attestato di perizia, laboriosità e condotta morale in azienda;
  4. curriculum vitae;
  5. dichiarazione di presa visione delle informazioni rese dall’INL in materia di trattamento dei dati, ai sensi e per gli effetti del GDPR (n. 2016/679) pubblicate sul sito dell'Ispettorato
  6. fotocopia della carta di identità o di documento equivalente e del codice fiscale;
  7. fotocopia del libretto di lavoro e/o estratto contributivo INPS;
 
Le attestazioni di cui ai punti 2) e 3) ed eventualmente il curriculum vitae di cui al punto 4) possono essere anche contenuti in un unico documento rilasciato dall’azienda presso cui il lavoratore presta servizio. Se il candidato ha lavorato presso più aziende, è opportuno allegare gli attestati dei servizi precedenti.
 
Sono richieste inoltre le seguenti informazioni:
 
  •  residenza, ovvero il domicilio abituale, con indicazione del codice di avviamento postale;
  • indirizzo di posta elettronica;
  • recapito telefonico fisso e/o mobile. 

Presentazione della documentazione

La documentazione in originale deve essere presentata entro il 31 ottobre 2021 agli Ispettorati Interregionali del Lavoro competenti per territorio che svolgono l’istruttoria. Per la Lombardia le proposte dovranno essere trasmesse all’Ispettorato Interregionale del Lavoro, Ufficio Onorificenze, con sede in via Mauro Macchi 7, 20124 Milano. Il criterio da adottare per stabilire la competenza territoriale è quello di “dimora abituale” dell’aspirante all’atto di presentazione della proposta.
 
Per ogni eventuale informazione, il candidato potrà rivolgersi direttamente alle strutture competenti, contatti: tel. 02.667.973 – e-mail: IIL.milano@ispettorato.gov.it  – posta certificata: IIL.milano@pec.ispettorato.gov.it 
 
Una copia della documentazione dovrà essere inviata o consegnata ad ALDAI – Via Larga 31, 20122 Milano, indicando sulla busta – Stella al Merito del Lavoro 2022 –.
Un rappresentante CIDA sarà presente nella Commissione per l’istruttoria delle pratiche.
 
Le istruzioni sono reperibili unitamente alla relativa modulistica (fac-simile) CLICCANDO QUI 

Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in formato pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013

I più visti

La manovra brutale sulle pensioni

La previdenza può divenire strumento di discriminazione
01 gennaio 2023

Tutti gli uomini del Generale

La storia inedita del Nucleo antiterrorismo che sconfisse le Brigate Rosse.
01 ottobre 2017

Riduzioni delle pensioni: cronaca breve delle fonti normative

Una pubblicazione dell’INPS: molte informazioni e una lunga lista di disposizioni, espressioni delle politiche pensionistiche e assistenziali che si sono succedute in Italia negli ultimi 30 anni
01 gennaio 2023

La nuova perequazione delle pensioni: pensata male e applicata peggio

Con la legge di bilancio 2023 si mette in atto un’azione redistributiva che anziché colpire tutti i redditi globalmente elevati per intervenire a favore delle pensioni integrate al minimo, colpisce solo i redditi pensionistici individuali, ignorando ogni altro reddito e dunque anche quelli globali personali
01 gennaio 2023

Depauperati i pensionati che hanno versato i contributi

Pubblicato l’Osservatorio completo sulla spesa pubblica e sulle entrate 2022 "La svalutazione delle pensioni oltre 4 volte il minimo" realizzato da Itinerari Previdenziali con il sostegno di CIDA
01 gennaio 2023