Rinvio alla Corte Costituzionale

Il ricorso sul taglio alle pensioni d'oro e la rimodulazione della perequazione automatica ha sollevato questioni di legittimità costituzionale.

Stefano Cuzzilla 

Presidente Federmanager
La Corte dei Conti, Sezione Giurisdizionale per il Friuli Venezia Giulia,  con Ordinanza n.6 del 17 ottobre 2019, ha sollevato la questione incidentale di legittimità costituzionale sulle norme di legge che prevedono il taglio delle pensioni d'oro e il riconoscimento parziale della perequazione automatica.

L'iter procedurale prevede ora che l'Ordinanza della Corte dei Conti, dopo una serie di passaggi burocratici, venga trasmessa, presumibilmente entro fine anno, alla Cancelleria della Corte Costituzionale per la calendarizzazione dell'esame del ricorso.

Naturalmente, Federmanager, d'intesa con la CIDA, continuerà a monitorare l'iter del ricorso presso la Consulta ed aggiornare gli associati sull'evolversi della questione.
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in formato pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013

I più visti

Pensioni: CIDA, le proposte dei manager per riequilibrare la previdenza

Le conseguenze economiche del Covid 19 colpiscono anche la previdenza, imponendo interventi di breve termine: utilizzare ‘quota 100’ anche come ammortizzatore sociale, evitare le ripercussioni negative del calo del pil sulle pensioni, intervenire sul rapporto tra coefficiente di trasformazione e speranza di vita
04 agosto 2020

Dichiarazione reddituale all'Inps per le pensioni di reversibilità

Hot mail con il nostro esperto INPS. Continuo ad avere risposte contrastanti, in merito all’ammontare della pensione di reversibilità per il coniuge. La pensione di reversibilità verrebbe ridotta percentualmente unicamente in base alla dichiarazione dei redditi del coniuge e non anche per redditi provenienti da conto deposito titoli.
28 settembre 2016

Immagini della “Spagnola”, l’ultima terribile pandemia

Foto d’epoca di persone con la mascherina durante l’influenza spagnola del 1918, tra le più mortali nella storia umana con oltre 50 milioni di vittime.
01 aprile 2020

Di pensioni ne riparliamo a settembre

L’argomento tornerà sul tavolo quando bisognerà far i conti con la recessione e il debito pubblico. Confidiamo prevalga la visione sitemica in grado di ricostruire fiducia nel futuro, evitando di pregiudicare chi maggiormente si impegna e si è impegnato per il Paese.
01 agosto 2020