La rivoluzione 4.0 inizia dalle persone

Il mercato dei progetti di Industria 4.0 – tra soluzioni IT, componenti tecnologiche abilitanti su asset produttivi tradizionali e servizi collegati – ha raggiunto nel 2018 un valore di 3,2 miliardi di euro, di cui l’82% realizzato verso imprese italiane e il resto in export di progetti, prodotti e servizi. Leggi »

Con la cultura si mangia eccome

L’industria della cultura è un incredibile volano di sviluppo per l’economia italiana. Oltre 400mila imprese da gestire con efficienza: il metodo e le competenze manageriali sono prerequisito per qualsiasi incarico di direzione artistica. Leggi »

Manager e tech intensity: un impulso alla strategia digitale

Adattarsi ai mercati, diventare valore aggiunto per i clienti, attrarre talenti e formare i dipendenti.
In occasione del Summit all'Università Bocconi dello scorso 30 maggio, il CEO di Microsoft ha commento la situazione italiana di fronte a una platea di un migliaio di persone tra cui 150 manager di altrettante aziende italiane: “L’innovazione può diventare una forza importante solo se si arriva a usare la tecnologia a 360 gradi”. Leggi »

Nell'Italia del futuro, manager, merito e intelligenza collettiva

L’avvicinarsi del tradizionale e importante appuntamento con l’Assemblea Annuale di ALDAI-Federmanager, un evento molto sentito non solo dall’Associazione ma anche dagli iscritti come momento di confronto e di approfondimento, offre tradizionalmente l’occasione per una panoramica delle attività e dei servizi che hanno caratterizzato l’anno appena trascorso. Leggi »

Managerializzazione e competenze: il futuro delle imprese

I manager, promotori di sviluppo e innovazione.
La recessione tecnica degli ultimi due trimestri 2018 suona come un campanello d’allarme e richiama l’attenzione sulla necessità di aumentare l’impegno e la collaborazione fra tutte le rappresentanze sociali per un concreto impegno per il rilancio economico e valoriale del Paese. Leggi »

Il valore del capitale umano: insieme per fare la differenza

ALDAI-Federmanager rappresenta e mobilita una ricchezza importante, un bacino di capitale umano e competenze professionali, che unisce valori, esperienze e capacità. Una categoria, quella manageriale, composta da uomini e donne in prima linea, impegnati ogni giorno alla guida di aziende in continua evoluzione: in un contesto di profondo cambiamento del mondo dell’industria e del lavoro, a loro sono quotidianamente richiesti competenza, pragmatismo, flessibilità e complex problem solving per affrontare con concretezza il presente e, con visione strategica di lungo termine, anche cogliere i segnali deboli del mercato per anticipare e soddisfare le future esigenze. Leggi »

Protagonisti del cambiamento che vogliamo vedere

La IV Rivoluzione Industriale ci impone di fare i conti con nuove sfide dove la parola chiave è interconnessione e, in un futuro che è già iniziato, dobbiamo essere in grado di gestire e mettere in atto le roadmap tecnologiche anche attraverso il ruolo imprescindibile che svolgeranno la formazione e l’informazione, per essere manager 4.0, orientati all'open innovation, al lavoro in team e al networking. Per evitare di essere grandi un solo giorno e creare invece prospettive di successo duraturo, bisogna impegnarsi e anticipare i cambiamenti. Leggi »

Piazza Omonia

Come sanno bene i molti turisti innamorati della Grecia, nella capitale Atene, due sono i luoghi a tutti noti in cui andare, trovarsi, convergere: piazza Syntagma (Costituzione), sede ufficiale del Parlamento e luogo di tutte le manifestazioni, e piazza Omonia (Concordia), più commerciale, un po’ slabbrata, ma vero centro della vita cittadina, dove tutti si trovano per poi disperdersi attorno, nelle zone più diverse che la circondano. Leggi »

Le pensioni nell'uragano globale

Il quadro politico attuale desta non pochi interrogativi: non siamo in presenza di un cambio congiunturale che può essere assorbito in un tempo ragionevole, ma si direbbe che ci confrontiamo con un mutamento di scenario di lungo periodo. Mentre la storia mondiale è a un bivio,
c’è chi si accanisce contro i risultati del nostro lavoro. Leggi »

Riscoprire la cultura

Qualche anno fa in Italia erano di moda le “Tre I”: sembrava infatti, anche con qualche ragione, che in particolare anche un dirigente non potesse sopravvivere senza riconoscere l’obbligatorietà culturale di Impresa, Inglese, Informatica. Leggi »
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in formato pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013